Il Principio - The Principle

Ognuno di noi possiede la verità, intraprende quindi il proprio cammino infinito per conoscerla. Questa è l'essenza del sentire, la luce dell'esistenza. Questo è il cammino che in ogni passo del sogno ci porta dal possedere la verità ad essere la verità.
Each of us possesses the truth, then undertakes his endless journey to know the truth. This is the essence of feeling, the light of existence. This is the path that in every step of the dream leads us from having the truth to being the truth.

Thursday, 16 December 2010

Molti credono di sapere cosa vogliono - Many think they know what they want

Molti credono di sapere cosa vogliono. Pochi lo sanno davvero.

--------

Many think they know what they want. Few of them truly do.

Wednesday, 15 December 2010

Anniversario della tua partenza

Grazie per avermi donato pensieri e sorrisi, l'ironia nella vita e la profondità nel comprenderla. Grazie per avermi permesso di conoscerti, di scoprire il tuo cuore, prima di partire. Grazie per avermi donato la tua storia nel sangue.

A mio padre (Alfredo Berardi, 26/01/1951 - 15/12/2004)

--------

Thank you for giving me thoughts and smiles, the irony in life and depth in understanding it. Thanks for allowing me to know you, to discover your heart, before you left. Thank you for giving me your story in my blood.

To my father (Alfredo Berardi, 26/01/1951 - 15/12/2004)

Tuesday, 14 December 2010

Gentle sorrow - Gentile tristezza

There's a gentle sorrow that's flowing inside, it tires my steps and deepens my eyes, so don't ask for my story, just sit by my side.

--------

C'è una gentile tristezza che mi scorre dentro, fa profondi i miei occhi e ciascun passo stanco, non chieder la mia storia, ma siediti al mio fianco.

Sunday, 5 December 2010

Onnipotente - Omnipotent

Un dio è veramente onnipotente quando ha anche il potere di non esserlo.

--------

A god is truly omnipotent when it also has the power of not being so.

Wednesday, 1 December 2010

Chi rifugge la sofferenza - He who shuns suffering

Chi rifugge la sofferenza, rifugge la gioia.

--------

He who shuns suffering, shuns joy.

Eterno sogno di sogni - Eternal dream of dreams

Tutti sono connessi, tutto è uno, tutti i fiumi si riuniscono in mari e fiumi alla fine del loro viaggio, ogni mare muore verso il cielo luminoso e nasce piangendo se stesso in lacrime che toccano montagne, terre, fiumi e mari e diventano nuovamente ogni cosa, nell'essenza dell'esistenza, in un eterno sogno di sogni.

--------

Everyone is connected, everything is one, all rivers rejoin together in seas and lakes at the end of their journey, every sea dies towards the luminous sky and is born by crying itself in tears that touch mountains, lands, rivers and seas and become everything again, in the essence of existence, in one eternal dream of dreams.

Tuesday, 30 November 2010

Distinzione - Distinction

La distinzione è un'illusione percettiva necessaria, il nome è il suo sigillo, ma più ci avviciniamo all'infinitamente piccolo più possiamo comprendere quanto tutto sia connesso, più ci avviciniamo all'infinitamente grande più possiamo comprendere quanto tutto sia uno.

--------

Distinction is a necessary perceptual illusion, names are its seal, but the closer we get to the infinitely little, the more we can understand how everything is connected, the closer we get to the infinitely big, the more we can understand how everything is one.

Monday, 29 November 2010

Il sogno e il sognatore - The dream and the dreamer

Comprendi, amico mio, che sei il sogno e il sognatore, colui che vive il sogno e colui che lo crea. E stai sognando proprio adesso.

--------

Understand, my friend, that you are the dream and the dreamer, he who lives the dream and he who creates it. And you are dreaming right now.

Saturday, 27 November 2010

Dare un nome - To give a name

Quando dai un nome a qualcosa inizi a possederlo. Lo rendi speciale, lo marchi col calore dei pensieri che hai nel sangue, inizi a vederlo attraverso te e per questo ne limiti la percezione proiettandoti su di essa. E' una meravigliosa illusione. Se vuoi camminare insieme a me, dona un nome solo a te stesso e impara a conoscere ciò che sta al di là di quel nome.

--------

When you give a name to something you begin to possess it. You make it special, you mark it with the warmth of thoughts you have in your blood, you begin to see it through you and for this you limit its perception by projecting yourself on it. It's a wonderful illusion. If you want to walk with me, give a name only to yourself and get to know what lies beyond that name.

Friday, 26 November 2010

Polvere in terra - Dust into soil

Morsi la tua pelle per tramutare la polvere in terra

--------

I bit your skin to turn dust into soil

Thursday, 25 November 2010

Me

Sono solo un essere etereo che voleva sentire la terra sulle sue mani

--------

I am only an ethereal being who wanted to feel the earth on its hands

Wednesday, 24 November 2010

La bellezza di un desiderio - The beauty of a desire

La bellezza di un desiderio è nel culmine dell'attesa, nell'istante subito precedente la presunta soddisfazione, dove tutta la proiezione si concentra e riversa, dove l'illusione è al suo apice. E subito dopo un altro desiderio ci muove, perché perseguiamo l'illusione del desiderio e non la sua soddisfazione, perché sono le domande a guidarci e non le volubili risposte, perché nessuno sa veramente cosa vuole e questa ignoranza alimenta continuamente il nostro desiderare, muovendo ogni passo su questo meraviglioso cammino immerso in questa splendida illusione che chiamiamo vita.

--------

The beauty of a desire is in the culmination of the expectation, in the instant immediately preceding the alleged satisfaction, where all the projection concentrates and pours itself, where the illusion is at its peak. And then another desire moves us because we pursue the illusion of the desire and not its fulfillment, because it's the questions which guide us and not the fickle answers, because nobody really knows what he wants and this ignorance continuously feeds our desires, moving each step on this wonderful journey immersed in this beautiful illusion we call life.

Thursday, 11 November 2010

Adesso - Now

Il passato è l'illusione delle memorie. Il futuro è l'illusione delle aspettative. Esiste un unico momento reale, adesso.

--------

The past is the illusion of memories. The future is the illusion of expectations. There is only one real moment, now.

Monday, 8 November 2010

Errore - Mistake

Ciò che oggi chiami errore, ieri chiamavi scelta e domani chiamerai tesoro.

--------

What today you call a mistake, yesterday you called a choice and tomorrow you will call a treasure.

Sunday, 7 November 2010

Sul periglioso sentiero delle parole non dette - On the perilous path of unspoken words

Camminando sul periglioso sentiero delle parole non dette mi imbatto in vecchie orme polverose che sembrano corrispondere ai miei piedi.

--------

Walking on the perilous path of unspoken words I stumble upon old dusty footprints that seem to match my feet.

Viaggiare senza camminare - Travelling without walking

Ho viaggiato oltre l'oceano sfiorando la vertigine della sua profondità con pensieri che si scioglievano nella nascita del prossimo respiro, ho visto un nuovo cielo illuminarsi di albe sconosciute e bruciare di passione in tramonti stranieri, ho visto colori di una terra lontana abbracciare la mia pelle e cercare la voce del mio sangue che in copiose stille svaniva nella polvere bagnata, eppure davanti ai miei occhi chiusi la stessa strada immobile di nebbie cristalline bramava il passo non osato. Ho visto l'odore dei miei ricordi rinascere nelle stesse stanze, per ritrovarmi più vecchio a vibrare degli stessi desideri che bruciavano nella carne al soffio di ogni profondo respiro. Ovunque vada, non posso fuggire la verità, così muovo passi cauti sul sentiero delle parole non dette, calpestando la mia stessa ombra col la forza di ogni pensiero. E non vi è meravigliosa sensazione, non vi è profonda verità che possa svegliarmi dal sogno della mia anima, così mi ritrovo ancora una volta ad essere sogno che cerca il suo sognatore.

--------

I have travelled across the ocean grazing the vertigo of its depth with thoughts that melted in the birth of the next breath, I saw a new sky brighten in unknown dawns and burn with passion in foreign sunsets, I saw the colours of a far away land embrace my skin and look for the voice of my blood which in copious drops disappeared into wet dust, but before my closed eyes the same still road of crystalline mists longed for the never taken step. I saw the scent of my memories reborn in the same room, just to find myself older and vibrating with the same desires that burned in my flesh with each deep breath. Wherever I go, I can not escape the truth, so I move cautious steps on the path of the unsaid words, treading on my own shadow with the power of every thought. And there is no wonderful feeling, there is no profound truth that can wake me up from the dream of my soul, so I find myself once again to be a dream seeking for its dreamer.

Libero nel donare - Free in giving

Sarai veramente libero nel donare felicità quando non starai giudicando chi dona sofferenza.

--------

You will be truly free in giving happiness when you won't be judging those who dispense suffering.

Monday, 1 November 2010

Cammina con me per un po', se vuoi - Walk with me for a while, if you want

Cammina con me per un po', se vuoi. A piedi nudi sull'erba, a mani aperte nell'aria, un sorriso nel sole. Cammina con me finché i tuoi passi vorranno nascere e morire là dove vivono i miei. Fa un passo dentro, se vuoi. Troverai fiumi sotto il cielo, oceani abbracciati da monti innevati, troverai il respiro dell'universo, il silenzio dell'inverno, il canto della primavera, la gioia dell'estate, la calma dell'autunno. Non tutti i luoghi saranno facili da raggiungere, ma non ti negherò la possibilità di provare, tra luce ed ombra, a trovare la bellezza e i segreti. Non ti donerò una singola goccia di pioggia, non una singola carezza del vento, poiché nulla mi appartiene. E non ho promesse per te, ma ho parole, pensieri e silenzi da spargere sulla tua pelle come grano e pioggia, e ho sguardi che si aprono come il cielo e domande che si distendono nel vento, e mani che dipingono valli e colline e affondano profonde nella terra, senza timore. E ho giorno e notte in me, ma non dipingerò il tuo volto con i miei colori, poiché desidero vederlo per quello che è, accarezzarne la linea con gli occhi, ascoltarne la musica in ogni respiro. Danza e ridi, libera, su queste terre, e vivi e canta e respira profondamente l'aria che conosco nel profumo di ogni stagione. E quando la pioggia cadrà copiosa, lascia che ti osservi chiudere gli occhi e volgerli verso il cielo, per poi cadere al mio fianco a riscoprire il calore del sangue nella pelle. E quando te ne andrai, sarà bello piangere un sorriso ricco della vita che avremo condiviso. Perché non ho altro che passi e respiri, allora vieni e cammina con me per un po', se vuoi.

--------

Walk with me for a while, if you want. Barefoot on the grass, with open hands in the air, a smile in the sun. Walk with me until your steps will want to be born and die where mine live. Take a step inside, if you want. You'll find rivers under the sky, oceans embraced by snow-capped mountains, you'll find the breath of the universe, the silence of winter, the singing of spring, the joy of summer, the calm of autumn. Not all places will be easy to reach, but I will not deny you the chance to try, between lights and shadows, to find beauty and secrets. I won't give you a single drop of rain, not a single caress of the wind, because nothing belongs to me. And I have no promise for you, but I have words, thoughts and silences, to be spread on your skin like wheat and rain, and I have eyes that open like the sky and questions that are laid on the wind, and hands that paint hills and valleys and sink deep into the earth without fear. And I have day and night within myself, but I won't paint your face with my colours, for I wish to see it for what it really is, caress its line with my eyes, listen to the music in every breath. Dance and laugh, free, on these lands, and live and sing and breathe deeply the air that I know in the scent of each season. And when the rain will fall generously, let me watch you close your eyes and turn them toward the sky, then fall to my side to rediscover the warmth of blood in the skin. And when you'll leave, it will be wonderful to weep a smile filled with the life that we'll have shared. Because I have nothing but steps and breaths, so come and walk with me for a while, if you want.

Friday, 29 October 2010

Come il vento ed il fiume - Like the wind and the river

Un bivio sulla strada offre troppe scelte, un crocevia ne offre troppo poche. Sia il mio viaggio come quello del vento, che accarezza ogni strada con passi fatti di respiri cantati, sia il mio cammino come quello del fiume, che a lungo assaggia la terra e si fa ricco della pioggia di molti luoghi prima di giungere all'oceano e diventare un giorno la pioggia che in altri fiumi rinascerà.

--------

A fork on the road offers too many choices, a crossroad offers too few. May my journey be like the wind's journey, which caresses every road with steps made of singing breaths, may my path be like the path of a river, which largely tastes the earth and enriches itself of the rain of many places before reaching the ocean and one day become the rain which in other rivers is reborn.

Tuesday, 26 October 2010

I miei segreti nella luce - My secrets in the light

Lascio la luce filtrare nella linea sottile di palpebre che si schiudono lentamente, che i miei segreti brucino in fiamma e vita.

--------

I let light filter through the narrow line of slowly opening eyelids, may my secrets burn in flame and life.

Wednesday, 20 October 2010

E se dopo mille vite - And if after a thousand lives

E se dopo mille vite ti meravigli ancora con occhi di bambino, allora la tua anima ha trovato l'inizio e la fine, ha raggiunto la saggezza e ciò da cui nasce. E ancora continua il suo viaggio.


--------


And if after a thousand lives you still wonder with the eyes of a child, then your soul has found the beginning and the end, it has reached wisdom and what wisdom comes from. And still it continues its journey.

Tuesday, 19 October 2010

Older

E se al mio risveglio dovesse esserci una ruga sul mio volto, che sia il segno di molti sorrisi. Oggi ringrazio ogni passo e ogni anima incontrata sul mio cammino. Grazie, sinceramente, a tutti. Il viaggio continua...

--------

Should there be a wrinkle on my face when I wake up, may it be the sign of many smiles. Today I thank each step and every soul I met on my path. Thank you, sincerely, everyone. The journey continues...

Tuesday, 12 October 2010

Dal manto dell'inverno - From winter's cloak

A lungo i semi hanno atteso sotto il manto dell'inverno. Dalla polvere germogliano vita, bevendo la storia di mille fiumi in ogni goccia di pioggia.

--------

For a long time seeds have been waiting beneath winter's cloak. From dust they sprout life, drinking the story of a thousand rivers in every drop of rain.

I veri passi sul cammino - The real steps on the journey

Non hai bisogno di credere nel tuo cammino per percorrerlo. Non hai bisogno di dipendere dal desiderio che ti conduca là dove vorresti arrivare. I veri passi su un cammino spirituale sono quelli dell'anima, non della mente. Non hai bisogno di credere, solo di sentire e camminare.

--------

You do not need to believe in your path in order to follow it. You do not need to depend on the desire for it to lead you to the destination you'd like to reach. The real steps on a spiritual journey are those of the soul, not of the mind. You do not need to believe, only to feel and walk.

Saturday, 2 October 2010

Implacabile umanità - Relentless humanity

Implacabile, questa meravigliosa umanità, che tutto nasconde e tutto mostra, metà del volto celata, metà che cerca il sole. Tra le pieghe del tempo, sulla quiete superficie di un lago dove le onde svaniscono, si osservano reciprocamente volti riflessi, ricordi che saranno, immagini di una vita che piove i suoi frammenti in istanti di silenzio.

--------

Relentless, this wonderful humanity, that hides and shows everything, half of the face hidden, half looking for the sun. Between the folds of time, over the quiet surface of a lake where the waves fade, faces look at each other, memories that will be, images of a life that pours its fragments in moments of silence.

Sunday, 26 September 2010

Il mio canto nel sole - My singing in the sun

Nasco cadendo in ogni direzione mentre ascolto il mio canto abbagliato da un sole che scioglie la vibrante sensazione del vento sulla pelle. Ogni stelo d'erba sotto i miei piedi nudi racconta nel suo respiro la forza che lo ha portato ad estendersi verso il cielo, dal cuore segreto del calore di una madre fino all'eternità della vita.

--------

I am given birth by falling in every direction as I listen to my singing blinded by a sun that melts the wind's vibrant touch on my skin. Each blade of grass beneath my bare feet tells me through its breathing about the strength that led it to reach for the sky, from the secret heart of a mother's warmth to the eternity of life.

L'inizio di un racconto segreto - The beginning of a secret tale

Fui foglia nella nebbia, pioggia sui tuoi capelli, l'odore dell'erba dopo la tempesta, il cielo limpido del mattino sui luoghi che chiamavi casa, una traccia di terra sui frutti appena colti, la lacrima di resina sul ramo più alto, il colore del tuo sorriso nel tramonto, il vento caldo che avvolgeva le tue mani, la bellezza del tuo canto nel crepuscolo, mentre lontane le colline sfumavano in ombra e si fondevano con ogni albero.

(estratto da Un racconto segreto)


--------


I have been a leaf in the mist, rain on your hair, the smell of grass after the storm, clear morning skies on the places I called home, a trace of soil on freshly picked fruit, a tear of resin on the highest branch, the colour of your smile in the sunset, the warm wind that embraced your hands, the beauty of your singing in the dusk, while the distant hills faded into shadows and melted with every tree.

(excerpt from Un racconto segreto)

Sunday, 12 September 2010

Liberi di essere soli - Free to be alone

Il potere che gli altri hanno su di noi è il potere che noi offriamo loro, il più delle volte inconsapevolmente. Il modo migliore per stare bene con gli altri è imparare a stare bene con se stessi senza gli altri.

--------

The power others have over us is the power that we offer them, usually without being aware of it. The best way to feel good with others is to feel good about ourselves when we are not with others.

Friday, 10 September 2010

Due vite - Two lives

Il corpo è un oceano di polvere perfetta che si anima al calore di ogni respiro, la mente una trama infinita di venature incinte di linfa sotto una fragile superficie, lo spirito un orizzonte di luce senza limiti e nome in cui si riversa il cammino, l'anima è sensazione profonda e vera, come il primo odore di terra nella pioggia, come l'acre equilibrio di sudore e desiderio, come il sonno del sangue nel silenzio del tramonto, come il tuo sorriso, come le mie dita in sembianze di vento nei tuoi capelli, come l'abbraccio del mio canto nei tuoi ricordi, come il mio volto che sfuma nell'ultimo istante in cui morii, bellissimo, come neve nel palmo caldo delle tue mani, finalmente in pace, sciogliendomi nell'ultima libertà di non essere più un nome. Così dimenticammo l'amore per esserlo.

Là dove tu hai vissuto due vite, io devo ancora nascere. Eppure, solo voltandomi ad osservare i miei passi, ti vedrò. Addio, allora.

--------

The body is an ocean of perfect dust that animates itself with every breath, the mind is an infinite pattern of lymph-pregnant veins beyond a fragile surface, the spirit is a horizon of limitless nameless light in which the path pours itself, the soul is true deep feeling, like the first scent of earth in the rain, like the sour balance of sweat and desire, like the slumber of blood in the silence of a sunset, like your smile, like my fingers disguised as wind in your hair, like the embrace of my chant in your memories, like my face that fades in the last instant in which I died, beautiful, like snow in the palm of your hands, finally at peace, melting in the ultimate freedom of being no longer a name. That's how we forgot about love in order to become love.

Where you have lived two lives, I still have to be born. And yet, only by turning around to watch my steps will I be able to see you. Farewell then.

Thursday, 2 September 2010

Risvegli socchiusi - Ajar awakenings

Adoro quei risvegli socchiusi che portano con se un'emozione traboccata oltre la membrana dei sogni. Perché nei sogni mi immergo nella voce del profondo sentire, vicina allo spirito, avvolta dall'anima, espressione delle proprie verità. Così oggi porterò con me quell'emozione nel sangue, appena sotto la pelle, e vedrò la sfumatura della verità evaporare sull'aura del mondo, finché quella verità non svanirà, permeando nuovamente nel profondo del mio essere.

--------

I love those ajar awakenings which bring an emotion leaked through the membrane of dreams with them. Because in dreams I dive into the voice of deep feeling, close to the spirit, surrounded by the soul, expression of my own truths. So today I will carry that emotion in the blood, just beneath the skin, and I will see the nuances of truth evaporate on the aura of the world, until the truth will fade, permeating back into the depths of my being.

Tuesday, 31 August 2010

Il mio cuore nel vento - My heart in the wind

Il mio cuore ama fingere di volare via, come sabbia rossa e polvere nel vento.

--------

My heart likes pretending to fly away, like red sand and dust in the wind.

Sunday, 29 August 2010

Deserto

Il tempo e il silenzio non hanno cambiato il deserto, non hanno portato sonno al vento che lo disegna senza nuvole. La sottile linea scura curva tra le dune, tra le labbra, schiudendosi nella sua bellezza. La voce come pioggia dona forza e colore al pianto. Perché ci vuole una vita per dire addio, lontana. Parole di sabbia nella sabbia e il sorriso che rende grazie al cuore. Per un attimo tutto trema, immagini dei sogni raccontati da demoni sussurrati nel sonno, nella loro forza di voler essere ascoltati, dolci nella loro violenza, così alta la verità che spingono nelle vene. E il deserto si asciuga. Nulla è nato.

Monday, 23 August 2010

Fuggire - To escape

Non puoi fuggire dalla verità che è in te.

--------

You can not escape from the truth within yourself.

Thursday, 19 August 2010

Stanco - Tired

Stanco. Dentro. Come se un'ombra rubasse il colore al sangue nel collo. Sento il suo stringere e premere sotto una sfumata anestesia. Ed ogni movimento sembra immerso in un liquido denso. Ogni gesto è uno sforzo che ruba il mio rimanente respiro. Gli occhi cercano di restare vigili sotto il peso di una testa che vuole addormentarsi nell'abbandono di se.


--------


Tired. Within. As if a shadow in the neck stole the colour from my blood. I feel its squeezing and pressing beneath a faded anesthesia. And every movement seems immersed in a dense liquid. Every gesture is an effort that steals my remaining breath. Eyes are trying to remain vigilant under the weight of a head that wants to fall asleep in self abandonment.

Thursday, 12 August 2010

Nessuna redenzione - No redemption

Non c'è nessuna redenzione, poiché non vi è alcuna colpa. Forse nella comprensione sta il senso dell'unico vero perdono. Verso se stessi.

--------

There is no redemption, for there is no guilt. Perhaps in understanding remains the sense of the only true forgiveness. Towards ourselves.

L'eco del mio vero nome - The echo of my true name

Sto imparando il silenzio delle parole. Sto imparando il silenzio dei gesti. Sto imparando il silenzio delle emozioni. Ma la verità risuona incessante, l'eco del mio vero nome.

--------

I'm learning the silence of words. I am learning the silence of gestures. I'm learning the silence of emotions. But the truth ceaselessly echoes, the echo of my true name.

Mondi racchiusi - Contained worlds

C'è un mondo di parole racchiuso in un mondo di silenzio dentro di me. E nell'infinito cuore di quel mondo di parole, un unico, vero, ultimo silenzio. Forse sto solo aspettando. O forse sto cadendo così velocemente che mi sembra di essere immobile.

--------

There is a world of words contained in a world of silence within me. And in the infinite heart of that world of words, a single, true, ultimate silence. Maybe I'm just waiting. Or maybe I'm falling so fast that I seem to be still.

Monday, 9 August 2010

Improbabile neve - Improbable snow

Stanotte gli attori dei miei sogni infestati si sono dati riposo ed io ho visto un mondo di desiderio ed emozioni. Lo porterò con me in una bolla di vetro fino a quando, sciogliendosi come improbabile neve, lascerà una traccia del suo ricordo.

--------

Tonight the actors of my haunted dreams have given themselves rest and I have seen a world of desire and emotions. I'll take it with me in a glass bubble until, melting as improbable snow, it'll leave a trace of its memory.

Saturday, 31 July 2010

Frammenti - Fragments

Siamo tutti frammenti dello stesso essere

--------

We are all fragments of the same being

Pieno di vuoto - Full of emptiness

E mi sono sentito così pieno di vuoto...

--------

And I felt myself so full of emptiness

Friday, 16 July 2010

La mia Itaca

Firenze è la mia Itaca ed io viaggio per conoscere, comprendere e, un giorno, tornare.
Non vi è meta nel mio viaggio, sono sempre arrivato e sempre in partenza e in ogni passo è il mio traguardo.
Ogni terra che sfioro è la mia amante, ma solo la terra natia è il mio amore.
Il mio cuore si commuove sognando il vento sulle colline della Toscana, ne immagino il respiro viaggiare e giungere ad incontrare il mio.

Tuesday, 6 July 2010

L'inverno delle colline - Winter of the hills

Sento la mancanza dell'inverno nella mia terra natia, la bellezza delle colline nel silenzio di un manto che protegge la vita nel suo desiderio di nascere. Ma quell'inverno è lontano mesi e miglia e sogni, mentre qui l'inverno sembra solo una fredda estate che non sa donare quiete alla mia anima.


--------


I miss my native land's winter, the beauty of the hills in the silence of a mantle that protects life in its desire to be born. But that winter is months and miles and dreams away, while here winters seems just like a cold summer which does not know how to give peace to my soul.

Friday, 2 July 2010

Direzioni opposte - Opposite directions

Sento ciascuno dei miei piedi immersi in due fiumi che scorrono in direzioni opposte, ma confluiscono nello stesso oceano, calmo in superficie, turbolento ed imperscrutabile nelle sue profondità.


--------


I feel each one of my feet immersed in two rivers flowing in opposite directions, but converging into the same ocean, calm on the surface, turbulent and unfathomable in its depths.

Monday, 28 June 2010

Intrappolato in una goccia di rugiada - Trapped inside a drop of dew

Intrappolato in una goccia di rugiada che galleggia in un oceano vuoto di sogni ossessivamente silenti


--------


Trapped inside a drop of dew floating in a void ocean of obsessively silent dreams

Monday, 14 June 2010

C'è un tempo per il silenzio - There is a time for silence

C'è un tempo per sapere.


C'è un tempo per comprendere.


C'è un tempo per il silenzio.


--------


There is a time for knowing.


There is a time for understanding.


There is a time for silence.

Morire in silenzio - Dying in silence

Ci vuole una vita intera per poter morire.


Ci vuole un'istante per morire.


Morire di silenzio è arte.


Morire in silenzio è illuminazione.


--------


It takes a lifetime in order to die.

It takes an instant to die.

Dying of silence is art.

Dying in silence is illumination.

Immagine sfuggente - Elusive image

La meraviglia di osservarsi chiudere gli occhi.


--------


The wonder of observing yourself close your own eyes.

Specchi riflessi - Reflected Mirrors

La vita è un sogno in cui gioia e dolore sono specchi reciprocamente riflessi.


--------


Life is a dream in which joy and pain are mutually reflected mirrors.

Friday, 11 June 2010

Sine qua non

Non c'è libertà senza verità


--------


There is no freedom without truth

Thursday, 10 June 2010

Come il cielo, in silenzio - Like the sky, in silence

Andando alla deriva senza muovermi, come il cielo, in silenzio, abbracciando il mondo


--------


Drifting without moving, like the sky, in silence, embracing the world

Forse morire è come svegliarsi da un sogno che non ricordiamo

Forse morire è come svegliarsi da un sogno che non ricordiamo e sentire solo nell'inconscio le sensazioni di tutto ciò che nel sogno abbiamo vissuto, comprendere solo nell'anima tutta l'esperienza di quel vivere, in una forma che non ci appartiene più, in una forma che adesso è solo la pace del vero silenzio. La vita, certo, continua, eterna nel suo divenire, ma l'universo infinito come espressione della vita nella forma di quel sogno non è più, resta al suo posto la bellezza di un ricordo dimenticato.

Wednesday, 9 June 2010

L'ultimo gesto

Si era chiesto, in momenti di lucidità, cosa avrebbe provato in quegli ultimi istanti di vita dopo essersi gettato. Quel gesto, quell'ultimo gesto era la porta tra due mondi, la vita prima di essersi gettato e la vita tra quel gesto e la morte, due mondi che erano entrambi infiniti universi al di fuori del tempo. Si era chiesto se avrebbe rivisto scene della sua vita, se avrebbe finalmente capito, se avrebbe trovato la verità in quegli ultimi istanti, in quell'ultima fuga dal dolore. Tutto ciò che sentì, mentre precipitava, fu un crescente senso di incredulità che nasceva dallo stomaco e si mischiava a quell'ultimo fortissimo rush di adrenalina che anestetizzava tutto, prima di quell'immenso tonfo secco.

Tuesday, 8 June 2010

Come un albero - Like a tree

Come un albero, la mia immobilità è un fiume in continuo divenire ed il mio silenzio una pioggia di suoni che solo col silenzio può essere udita. L'autunno mi benedice con la bellezza dei colori delle mie foglie morenti ed io mi avvicino al silenzio avvolgente dell'inverno, per attendere e rinascere.


--------


Like a tree, my immobility is a constantly flowing river and my silence is made of raining sounds that can only be heard in silence. Autumn blesses me with the beautiful colors of my dying leaves and I approach the embracing silence of winter, to wait and to be reborn.

Sunday, 30 May 2010

L'origine dell'arte - The origin of art

Che meraviglia, la proiezione della nostra perpetua insoddisfatta ricerca, nel tendere al sublime, diventa ciò che chiamiamo arte, persistente espressione della profonda bellezza che solo noi possiamo vedere, in quanto espressione del nostro io.


--------


How wonderful, the projection of our perpetually unsatisfied research, in tending to the sublime, becomes what we call art, the persistent expression of the profound beauty that only we can see, for it is an expression of our self.

Aspiriamo al sublime abisso

Attori così abili da ingannare noi stessi, nascondiamo sotto strutture complesse i nostri unici veri desideri, animaleschi, immutati: cibo, sesso, potere. E l'Arte non è che il nostro meraviglioso modo di esprimere la profonda insoddisfazione causata dal negarci la verità della nostra natura. Aspiriamo al sublime che altro non è che abisso. Oltre i nostri desideri, torneremo ad essere nulla perfetto.

Devo uscire da qui - I must get out of here

Devo uscire di qui, l'ampiezza di questo posto mi asfissia. Devo uscire dalla mia testa, è un'immensa stanza vuota piena di suoni. Voglio solo annegare nel silenzio.


--------


I must get out of here, the wideness of this place asphyxiates me. I must get out of my head, is a huge empty room full of sounds. I just want to drown in silence.

Saturday, 29 May 2010

Abbandonandomi a questo oceano di silenzio - Abandoning myself to this ocean of silence

E così mi domando quanto meraviglioso sia perdersi in questo presente incostante che si dissolve come sostanza di un sogno bruciata dai colori dei primi raggi di luce al mattino. Quanto stupendo sia lasciarsi cadere abbandonandosi al vento caldo di un tramonto che ha visto nascere le colline della mia terra e la terra rossa di queste colline distanti dai miei ricordi. Quanto estasiante sia perdersi, abbandonare l'idea di se sciogliendo le proprie convinzioni per addormentarsi finalmente in questo oceano di silenzio.

--------

And so I ask myself how wonderful it is to lose myself in this inconstant present that dissolves itself like the substance of a dream burnt by the colours of the first rays of morning light. How amazing it is to fall, abandoning myself to the warm wind of a sunset that saw the birth of the hills in my land and the red soil of these hills so far away from my memories. How ecstatic it is to lose myself, abandon the idea of myself, dissolving my  convictions and finally falling asleep in this ocean of silence.

Thursday, 27 May 2010

Godendomi il viaggio - Enjoying the journey

Camminano più veloce di me, mi passano accanto, hanno fretta di arrivare. La mia meta, invece, nasce da ogni passo, così cammino lentamente, vivendo ogni istante, godendomi il viaggio.


--------


They walk faster than I do, passing me by, hurrying to get wherever they're going to. My destination, however, comes from every step I take, so I walk slowly, living every moment, enjoying the journey.

Friday, 21 May 2010

Perdersi - Lose yourself

A volte per ritrovare te stesso devi prima avere il coraggio di perderti. A volte per capire in che direzione cercarti devi allontanarti a tal punto da riuscire a sentire la tua stessa mancanza e a farti guidare da quella sensazione.


--------


Sometimes in order to find yourself you must have the courage to lose yourself. Sometimes in order to understand in which direction you should be looking for yourself you must go far away enough to get the feeling you are missing yourself and then follow that feeling.

L'anima dell'immagine - The image's soul

E' come rimuovere l'immagine senza che la sua ombra si sposti con essa e scoprire che proprio nell'ombra risiede l'anima dell'immagine.


--------


It's like removing the image without having its shadow moving away with it and discovering that it's actually in its shadow that the image's soul resides.

Wednesday, 19 May 2010

La saggezza ultima - The highest wisdom

La saggezza ultima risiede nel silenzio.


--------


The highest wisdom lies in silence.

Opposti - Opposites

Gli opposti sono espressioni dello stesso essere.


--------


Opposites are expressions of the same being.

La risposta - The answer

La risposta alla domanda "chi sono Io?" risiede nel cammino infinito intrapreso per trovarla.


--------


The answer to the question "who am I?" lies in the infinite path taken to find it.

La bellezza delle illusioni - The beauty of illusions

Solo vivendo le illusioni potrò raggiungere la conoscenza. Solo raggiungendo la conoscenza potrò comprendere la bellezza delle illusioni.

--------

Only by living illusions can I reach knowlegde. Only by reaching knowledge can I understand the beauty of illusions.

La bellezza dell'inferno - The beauty of hell

Solo attraversando l'inferno potrò raggiungere il paradiso. Solo raggiungendo il paradiso potrò comprendere la bellezza dell'inferno.


--------


Only through hell can I get to heaven. Only by reaching heaven can I understand the beauty of hell.

With the memory of you

So human, this pain, so sweet, yet so vain, the joy for the truth revealed while I'm dying, the sorrow I can not get rid of by crying, the last bleeding fragment of all that I knew that drowns in the river with the memory of you.

Come il più pregiato dei veleni - Like the most precious of poisons

Possa l'universo uccidere ora questo me stesso, poiché non riesco a resistere alla bellezza che vedo, ed è una tortura per i desideri che ho imprigionato nel mio stomaco, desideri che permeano più profondamente delle mie illusioni superficiali, desideri che afferravano le mie caviglie per farmi restare, e ora graffiano e gemono e si sciolgono nel sangue, mutando la percezione dei miei sensi, come il più pregiato dei veleni.


--------


May the universe kill this self of mine right now, because I can not resist the beauty I see, and it's a torture for the desires that I imprisoned in my stomach, desires that permeate deeper than my superficial illusions, desires that grabbed my ankles for me to stay, and now they scratch and groan and melt in my blood, changing the perception of my senses, like the most precious of poisons.

Mi manca la sua bellezza - I miss her beauty

Mi manca la tua bellezza in tutti i sensi. Sia miei che della frase.


--------


I miss your beauty in all senses. Both mine and of the sentence.

Life is eternal

"Death is not the opposite of life. Life has no opposite. The opposite of death is birth. Life is eternal."


Eckhart Tolle

Monday, 17 May 2010

Simile a me - Like me

Aveva un modo così diverso di essere simile a me.


--------


She had such a different way of being like me.

Friday, 14 May 2010

Passo infinito - Neverending step

Racchiudo in un passo infinito la bellezza nascente di un vero cammino.


--------


I enclose in a neverending step the rising beauty of a true journey.

Tramonto inverso - Reverse sunset

Nell'immagine immobile di mille vite, mille frammenti del mio vero io, sono in un istante racchiuso, un fiume eterno in divenire. Apro lentamente gli occhi come un tramonto inverso e inondo di calda luce la mia vita interiore, abbagliato dalla bellezza dell'esistenza.


--------


In the still picture of a thousand lives, a thousand fragments of my true self, I am in an instant enclosed, an eternal river which becomes. I slowly open my eyes like a reverse sunset, bathing my inner life in warm brightness, dazzled by the beauty of existence.

Apri gli occhi in silenzio - Open your eyes in silence

Apri gli occhi in silenzio e senti scorrere in te l'unicità del tutto. Non puoi trovare nulla intorno a te se non è già in te. Se smetterai di proiettare te stesso sul mondo e sulle persone intorno a te, finalmente vedrai la loro bellezza ed essa rifletterà la tua, sorprendendoti.


--------


Open your eyes in silence and feel the unity of everything flow into you. You can not find anything around you if it's not already in you. If you stop projecting yourself on the world and on the people around you, you'll finally see their beauty which will reflect your own and amaze you.

Thursday, 13 May 2010

Benessere

Il benessere permette alle persone di adagiarsi e le porta ad essere meno propense ad interrogarsi sulla vita e sulla propria interiorità, come invece sarebbero portate a fare dai problemi e dalle difficoltà. Forse per questo ho l'impressione che dove c'è più benessere economico vi sia anche più superficialità.

Monday, 10 May 2010

Cassandra

Sono la mia stessa Cassandra. So la verità, eppure questo non mi esonera dal compiere errori che so essere tali già prima di viverli, poiché tra sapere e comprendere vi è una grande differenza, ed io devo vivere la verità che conosco.


--------



I am my own Cassandra. I know the truth, yet this does not exonerate me from making mistakes that I know being such even before living them, for there is a big difference between knowing and understanding, and I must live the truth I know.

Oceano di vento - Ocean of wind

Sulla soglia mi trasporta l'invito gentile del desiderio. In infiniti stormi di palpebre chiuse che attendono sogni senza tempo il suono che annuncia l'emozione mi accompagna guidandomi per mano, mi fa attendere sull'orlo, ed infine mi fa saltare, in una caduta priva dell'illusione di qualsiasi direzione, una costante velocità che si dissolve come sabbia fine nel mare ed io sono onda nell'universo, vibrazione nel vuoto, una caduta senza limite, l'essenza della musica nel sangue, un oceano di vento.


--------


On the threshold I'm carried by the kind invitation of desire. In countless flocks of closed eyelids waiting for timeless dreams, the sound that announces emotion guides me by holding my hand, makes me wait on the edge, and finally makes me jump, a dive free of the illusion of any direction, a constant speed which dissolves like fine sand into the sea and I'm a wave in the universe, a vibration in the void, a dive without limit, the essence of music in my blood, an ocean of wind.

Sunday, 9 May 2010

Cosa chiederesti a Dio se avessi una sola domanda a disposizione? - What would you ask God if you had just one question?

Cosa chiederesti a Dio se avessi una sola domanda a disposizione? "Come stai?"


 


Non credo in un Dio senziente, credo che sia stato l'uomo a dipingere Dio a sua immagine e somiglianza. Credo in un Dio come espressione dell'unicità e della totalità dell'Essere, un Dio di cui siamo tutti frammenti, un Dio che non ha volontà umana, che non giudica, che non desidera, perché giudizio e desiderio sono umane illusioni. E non lo chiamo Dio. Eppure, se mi trovassi davanti al Dio in cui molti credono, il Dio fatto ad immagine e somiglianza dell'uomo, e mi fosse chiesto di fargli una ed una sola domanda, vorrei sapere come sta, perché a tutte le altre domande, non ho bisogno di risposte se non da me stesso.


 


--------


 


What would you ask God if you had just one question? "How are you?"


 


I do not believe in a sentient God, I think it was man who painted God in his image and likeness. I believe in a God who is an expression of the uniqueness and totality of Being, a God whom we are all fragments, a God who has no human will, who does not judge, does not want, because judjment and desire are human illusions. And I do not call him God. Yet if I were in front of the God in whom many believe, a God made in the image and likeness of man, and I was invited to ask him one and only one question, I'd like know how he feels, because to all other questions I need no answers if not by myself.

Saturday, 8 May 2010

Svelando un piccolo frammento nascosto

A volte la sincerità verso se stessi sta anche nel permettere al bambino che è in noi di crescere seguendo i propri errori, nel lasciargli credere che il suo recitare ci abbia convinti, nel lasciare che si arrabbi con l'aria intorno a se per le conseguenze delle sue proprie azioni. Ci sono cose che non può imparare dalle nostre parole. Imparemo da lui anche attraverso il suo imparare. Ci sono cose che possiamo solo sentire, con ogni vita in noi in modo diverso.

Friday, 7 May 2010

Solo un sogno - Just a dream

Sono solo un sogno che vuole conoscere il suo sognatore.

--------

I'm just a dream that wants to know its dreamer.

Thursday, 6 May 2010

Umiltà nella resistenza

Sotto uno scroscio d'acqua continuo, chinare il capo permette di respirare meglio, pur restando in piedi.

Tuesday, 4 May 2010

Buonanotte mondo - Goodnight world

Buonanotte mondo. Porta meraviglia a chi ancora ha occhi di bambino, fa si che il suo domani risplenda.


--------


Goodnight world. Bring wonder to those who still have the eyes of a child, make their tomorrow shine.

Sunday, 2 May 2010

Non giudicate gli eventi - Do not judge events

Non giudicate gli eventi. La perdita di oggi è la base per il guadagno di domani. Potreste scoprire che l'evento che domani vi donerà gioia non sarebbe potuto accadere senza l'evento che oggi vi fa soffrire. Abbiate fiducia nel vostro cammino, nulla accade per caso e voi siete timonieri della vostra vita. Anche se avete dimenticato chi siete realmente, il vostro vero io conosce la strada.


--------


Do not judge events. Today's loss is the basis for tomorrow's gain. You may find that the event that tomorrow will give you joy could not have happened without the event that today gives you grief. Have faith in your path, nothing happens by chance and you're helmsmen of your life. Even if you have forgotten who you really are, your true self knows the way.

Sono solo un sogno - I'm just a dream

Sono stato la pioggia d'Aprile sui campi che ricordano le tue risa, il vento che respirava la linea gentile delle colline sulla tua pelle, l'odore dell'erba nei tuoi capelli distesi al tramonto, l'estatico gioco di pensieri reciproci accarezzato in ogni gesto, il silenzio dei tuoi occhi chiusi abbracciati dal calore della terra, e sono stato solo un attimo prima di volare lontano e rinascere ancora. Perché, amore, sono solo un sogno nella bellezza della tua vita.


--------


I've been April's rain on the fields that remember your laughter, the wind that breathed the gentle outline of the hills on your skin, the scent of grass in your hair lying in the sunset, the ecstatic play of reciprocal thoughts caressed in every gesture, the silence of your closed eyes embraced by the warmth of the earth, and I was just a moment in time before flying away and being born again. Because, love, I am just a dream in the beauty of your life.

Il valore delle cose - The value of things

Chi ha poco, ha più cose di valore.


--------


Those who have less, have more valuable things.

Le limitazioni dell'anima - Limitations for the soul

La prima limitazione per l'anima è credere di averla.
La seconda limitazione per l'anima è credere di averne una soltanto.
La terza limitazione per l'anima è credere di avere un'anima invece di essere un'anima.


--------


The first limitation for the soul is to believe you have one.
The second limitation for the soul is to believe you have only one.
The third limitation for the soul is to believe you have a soul instead of being a soul.

Monday, 26 April 2010

Ti ho vista danzare sulla riva del fiume - I saw you dancing on the riverside

Ti ho vista danzare sulla riva del fiume e il gioco di luce sul tuo sorriso era la meraviglia di ogni nuova vita. Col calore della terra nel sangue ho cantato per te ed ho sentito l'armonia nelle tue lacrime, poiché non vi è giorno senza notte e non vi è gioia che si possa comprendere senza il dolore. Ho sentito il vento abbracciarci, mentre la bellezza di ogni tuo movimento dettava il ritmo del mio respiro.


--------


I saw you dancing on the riverside and the play of light on your smile was the wonder of each new life. With the heat of earth in my blood I sang for you and felt harmony in your tears, because there is no day without night and there is no joy that we can understand without pain. I felt the wind embracing us, while the beauty of your every move set the pace for my breathing.

Sunday, 25 April 2010

Un gioco di luce sul tuo sorriso - A play of light on your smile

Ho visto un gioco di luce sul tuo sorriso, l'ho visto riflettere il suono della pioggia, l'ho visto sbocciare come la meraviglia negli occhi di un bambino, ed il suo mistero è il mio desiderio più bello.

--------

I've seen a play of light on your smile, I've seen it reflect the sound of rain, I've seen it blossom like the wonder in the eyes of a child, and its mystery is my most beautiful desire.

Sunday, 18 April 2010

Haiku #7

Autunno sento
Sospeso tra due passi
Fragile sempre

--------

Feeling autumn now
Suspended between two steps
And always fragile

Haiku #6

Mille frammenti
Universi persone
Mi compongono

--------

A thousand fragments
Universes and people
I am made of them

Thursday, 15 April 2010

Il cammino nascosto - The hidden path

A volte il nostro cammino è nascosto, come un fiume si immerge sotto terra e non riusciamo a vederne il percorso, ignari della direzione abbiamo paura. Eppure è proprio nell'utero della terra che il fiume si arricchisce maggiormente, purificandosi al tempo stesso, prima di risalire in superficie, splendente, per proseguire verso terre inaspettate.


--------


Sometimes our path is hidden, like a river it dives underground and we're unable to perceive its route, unaware of the direction we are afraid. Yet it is in earth's womb that the river enriches itself the most, while being purified at the same time, before rising back to the surface, shining, to continue its journey towards unexpected lands.

La fretta è degli illusi - Haste belongs to those who live in an illusion

La fretta è degli illusi. Chi vive sempre proiettato nel momento successivo è come colui che cerca davanti a se qualcosa che ha sotto i piedi.


--------


Haste belongs to those who live in an illusion. Who constantly lives in the next moment is similar to he who seeks in front of him something that is under his feet.

E così, fratello, mi uccidi. - And so, brother, you kill me.

I demoni che vedi sono gli angeli che giudichi. In loro non vi è cattiveria, ma sofferenza. Eppure, fratello, mi uccidi per esorcizzare i tuoi demoni, le tue paure, e uccidendo me, uccidi te stesso.


--------


The demons you see are the angels to judge. In them there is no evil, but suffering. Yet, brother, you kill me to exorcise your demons, your fears, and by killing me, you kill yourself.

Wednesday, 14 April 2010

Desideri - Desires

I desideri superficiali sono come ombre. Diventano grandi proprio al tramonto, prima di svanire.


I desideri profondi sono come piante. Con silenziosa perseveranza possono spaccare la roccia e crescere in alberi.


--------


Shallow desires are like shadows. They become tall at sunset, just before disappearing.


Deep desires are like plants. With quiet perseverance they can split rocks and grow into trees.

Perso in una goccia - Lost in a drop

Gentilmente e senza fretta, mi accarezzo l'anima, provando a sentire ciò che sente attraverso il calore del sangue nella sua pelle. Questo meraviglioso silenzio è un attimo sospeso tra cielo e terra, mentre cammino ogni giorno, perso nell'universo racchiuso in una goccia di splendida esistenza. Rugiada in cui il sole si riflette in frammenti, cadrò con te dalla foglia sulla quale scivoli, risvegliata dalla brezza di un nuovo mattino.


--------


Gently and without haste, I caress my soul, trying to feel what it feels through the heat of the blood in its skin. This silence is a wonderful moment suspended between sky and earth, while I walk every day, lost in the universe contained in a drop of wonderful existence. Dew in which the sun is reflected in fragments, I'll fall with you from the leaf on which you slide, awakened by the breeze of a new dawn.

Saturday, 10 April 2010

Vivo e sento - I live and feel

Come piuma nell'aria, non comprendo la bellezza del mio viaggiare, come luce nel vento non comprendo la musica che in esso viaggia, come un sorriso sincero non comprendo la poesia del mio silenzio. Eppure, vivo e sento.


--------


Like a feather in the air, I do not understand the beauty of my journey, like light in the wind I do not understand the music that travels within it, like a sincere smile I do not understand the poetry of my silence. Still, I live and feel.

Ombra nel vento - Shadow in the wind

Respirando l'aria intorno a me, odorando la pioggia, ho sentito l'abbraccio del vento, intenso e forte come quello di una donna che si abbandonava al mio petto. Così mi sono lasciato amare dal vento, in silenziosa solitudine, come un' ombra di passaggio tra i colori.


--------


Breathing the air around me, smelling the rain, I felt the embrace of the wind, deep and strong as the embrace of a woman who abandoned herself on my chest. So I let myself be loved by the wind in silent solitude, as shadow passing between colors.

Wednesday, 7 April 2010

Demoni bambini - Children daemons

Impara ad ascoltare i demoni in te invece di provare a combatterli. Non sono cattivi, sono solo prigionieri sofferenti. Quando imparerai ad ascoltarli senza paura, li vedrai tramutarsi in bambini e allontanarsi con un malinconico sorriso. Allora, avrai amato te stesso.


--------


Learn to listen to the demons within yourself instead of trying to fight them. They are not evil, but suffering prisoners. When you'll learn to listen to them without fear, you will see them turn into children and leave with a melancolic smile. When that will happen, you will have loved yourself.

Tuesday, 6 April 2010

Haiku #5

Respiro luce
Cadendo verso cielo
E sono tutto

--------

I breathe light within
As I fall towards the sky
I am everything

Haiku #4

Universo vai
Nel vento che mi sfiora
Guida cammino

--------

The universe flows
In the wind that gently grazes me
Guiding my journey

Haiku #3

Anima vera
Piove sua meraviglia
Sul mio cammino

--------

Finding your true soul
Raining bright drops of wonder
Over my footsteps

Haiku #2

Attesa di te
Luna dietro la nebbia
Appare lenta

--------

Now waiting for you
Moon hiding behind the mist
Slowly light appears

Monday, 5 April 2010

Haiku #1

Inaspettato
Respiro di Novembre
Collo Ottobre

--------

Unexpected you
November marvelous breath
On October neck

Sunday, 4 April 2010

Glicine e linea purpurea - Wisteria and purple line

Come la bellezza nasce dall'unione di armonia e contrasto, sento, camminando, l'odore del glicine in fiore, mentre una linea purpurea della consistenza della terra attraversa il mio labbro.


--------


Like beauty is born by the union of harmony and contrast, I smell, while walking, the scent of the blooming wisteria, while a purple soil textured line crosses my lip.

Saturday, 3 April 2010

Sono già stato qui? - Have I been here before?

Che meraviglia. Tutte le illusioni scivolano danzando in rivoli sulla pelle, mentre pensieri di seta mi tengono sveglio, il loro incessante accarezzarmi è una dolcezza ossessiva. Scosto i veli, con innocenza priva di sensualità, per vedere le mie orme risplendere oltre di essi. Sono già stato qui?


--------


How wonderful. All illusions slip dancing in rivulets on the skin, while silk thoughts keep me awake, their incessant stroking is a haunting sweetness. I move veils aside, with innocence devoid of sensuality, to see my footsteps shine beyond them. Have I been here before?

Thursday, 1 April 2010

Seta Scura - Dark Silk

Con un gesto leggero e spontaneo accarezzò la seta del proprio vestito, come a comporre il frammento di una melodia. Volse lo sguardo fuori dalla finestra, gli occhi proiettati al cielo che rifletteva quello in lei. "E' forse la vita la droga degli dei? Non è questo desiderio di passione un'assuefazione alla quale non possono resistere? Il fascino di un errore li chiama a vivermi". Sorrisi, rilasciando il respiro mentre le labbra si espandevano fino a socchiudersi. Restai in silenzio, affascinato dalla bellezza del suo dolore, così intenso in sensazione da essere origine dei suoi pensieri. Il suo cammino era stupendo in quel lento morire di parole che scandiva il ritmo di una poesia permeando l'aria del profumo di una seta scura.


--------


With a slight and spontaneous gesture she stroked the silk of her dress, as if she were composing the fragment of a melody. She looked towards the window, her eyes pointed at the sky which reflected the sky inside her. "Is life perhaps a drug for the gods? Is this desire for passion an addiction which they can not resist? The charm of a mistake beckons them to experience me". I smiled, releasing my breath as my lips expanded and slightly opened. I remained silent, fascinated by the beauty of her pain, so intense in feeling that it was the origin of her thoughts. Her journey was wonderful in that slow death of words that marked the rhythm of a poem permeating the air with the scent of a dark silk.

Tuesday, 30 March 2010

La meraviglia del mondo

La meraviglia del mondo trovò la sua anima riflessa negli occhi di un bimbo. Vidi nel suono immobile di una pioggia cristallina l'espandersi di una nascita in fiore, petali gentili a commuovere l'aria di colore, come un sorriso inaspettato che riscalda la pelle. In quegli occhi ho gentilmente lasciato morire il mio nome, per essere vento nell'ultimo abbraccio del vento.


--------


The wonder of the world found its soul reflected in the eyes of a child. I saw in the still sound of a crystalline rain a blooming birth expand, gentle petals to touch air's emotions with colour, as an unexpected skin warming smile. In those eyes I gently let my name die, to be wind in the last embrace of the wind.

Tuesday, 23 March 2010

Morning sun

Cammino nel parco, l'aria fresca del mattino nel primo autunno, il sole che riscalda i miei passi, quotidiana meditazione di un passeggiare lento, sorpassato da tanti stranieri che pensano già al momento successivo. Una bella ragazza bionda mi passa accanto. Scorgo lineamenti giovani e gentili nel suo viso, la bocca dolce sorride di nascosto. Foglie di un ramo basso pendono vicino a noi. Lei alza il braccio sinistro, le accarezza, passa oltre. Sorrido al calore nel cuore ed alla semplice sensualità di quel gesto, che merita il rispetto del mio silenzio, mentre la chioma bionda risplende ondeggiando sotto questo primo sole.


--------


I walk through the park, the fresh air of an early autumn morning, the sun that warms my footsteps, daily meditation of a slow walk, surpassed by many strangers who are already thinking about the next moment. A beautiful blonde girl passes me by. I catch a glimpse of young and gentle linings in her face, a sweet mouth secretly smiles. Leaves of a lower branch hanging down near us. She raises her left arm and caresses them, then moves on. I smile at the warmth in the heart and the simple sensuality of the act, which deserves the respect of my silence, while blond hair shines swaying under this first sunshine.

Sunday, 21 March 2010

The Principle

Each of us possesses the truth, then undertakes his endless journey to know the truth. This is the essence of feeling, the light of existence. This is the path that in every step of the dream leads us from having the truth to being the truth.

Friday, 19 March 2010

Quotidianità

Mi sveglio. Riconosco la stanza. Mi preparo. Come ogni mattina. Colazione. La solita. Mi piace. Lavo i denti. Esco. Occhiali da sole. Auricolari, musica. Riconosco la strada. Osservo, come ogni mattina, dentro e fuori di me, e penso. Dopo una ventina di minuti sbottono un po' la camicia. Sono accaldato. Semaforo rosso, premo il pulsante per la chiamata pedonale, attendo. Per un attimo ricordo. Questo non sono io. Mi sono svegliato nella vita di qualcun altro. Riconosco le sue abitudini, riconosco le cose che riconosce, ne sento la quotidianità. Ma non sono io. Semaforo verde.

Thursday, 18 March 2010

Consumismo spirituale

La perpetua e ciclica ricerca di spiritualità da parte di uomini e donne del mondo occidentale, sintomo di un'insoddisfazione forse più legata ad aspetti superficiali che alle reali profondità dello spirito, viene spesso accompagnata da un rifiuto irrazionale della materialità e della scienza. Quest'ultima viene giudicata come nemica e cieca, mentre la materia viene vista come qualcosa di denigrabile. In alcune occasioni, per taluni soggetti, i giudizi si espandono con fantasiose accuse pescate senza attenzione oggettiva dall'universo confuso e contrastante dell'informazione assoggettata allo scopo che è parte integrante della cultura dalla quale i promotori del giudizio stesso affermerebbero di volersi staccare. Cercando di comprendere il desiderio che muove le loro azioni, tendo a notare come in queste persone vi sia un cambio di direzione, ma non di modo, in quanto sembrano passare dalla ricerca di comode soluzioni materiali alla ricerca di comode soluzioni spirituali. Passano dal consumismo materiale al consumismo spirituale. Ed ecco che anche lo spirito diventa moda e merce. Questo cambio di direzione avviene orizzontalmente, lasciando queste persone sullo stesso piano di conoscenza. Raramente incontro persone realmente interessate ad approfondire lo spirito, desiderose di muovere la loro ricerca anche verticalmente, accettando diverse verità, imparando a cambiare punto di vista dentro di esse.
Dal momento che il cammino umano di conoscenza ed evoluzione prevede una forma materiale, perché la materia dovrebbe essere denigrabile? Per quanto illusoria, trovo che questa realtà, dalle infinite profondità degli universi all'infinita divisibilità delle particelle elementari, dalla bellezza di ogni essenza sensibilmente percepibile all'energia che tutte le accomuna, dalla potenzialità della logica razionale al profondo sentire emozionale, sia meravigliosa. Provo sincera meraviglia in questo mondo. Provo meraviglia per la capacità umana di conoscere ed evolvere, sia attraverso la scienza, che attraverso l'arte, passando dall'esperienza esteriore alla vita interiore.
Il fatto che lo spirito non sia un'entità scientificamente definita e riconosciuta non ne nega l'esistenza ed al contempo non è detto che lo spirito non sia comprensibile anche attraverso logica e razionalità. Se un'emozione a livello materiale è una scarica elettrochimica nella rete neurale del nostro cervello, non può essa essere il riflesso di un fenomeno non apprezzabile mediante strumenti fisici? Se il corpo è fortemente influenzabile dalla mente, se al di sotto del conscio esiste un mondo inconscio, per lo più sconosciuto, di cui parole, azioni e comportamenti strutturati sono il riflesso, non potrebbe all'origine di quest'ultimo esistere una realtà che potremmo chiamare spirito? E non potrebbero questi mondi interpenetrarsi influenzandosi vicendevolmente, comunicando continuamente l'uno con l'altro? E potrebbe questa distinzione essere solo una delle possibili visioni, una sola delle possibili verità? Non potrebbero questi mondi essere infinite sfumature, diverse dimensioni, di un tuttuno che si proietta su infinite realtà? Non potremmo essere frammenti di un unico essere, infinitamente divisibile pur restando l'unica unità?
Non cercate le risposte dello spirito intorno a voi. Cercatele dentro di voi. Possedete già la verità, dovete solo imparare a comprenderla.

Tuesday, 16 March 2010

Colline e cielo dipinti sulla carta

Colline e cielo dipinti sulla carta. L'aria calda, lo spazio stretto e vuoto. Non c'è nessuno, a parte qualche attore di fortuna pescato tra le ombre e i colori, trasformato dalla polvere dei pensieri in azioni e parole con un volto. Ho osservato la mia ombra. Piccola e rachitica, rannicchiata su se stessa dondolava, con la testa appoggiata alle ginocchia. Ho intuito gli occhi scattanti di lampi fugaci in ogni direzione, subito tornati a nascondersi. Non vedevano nulla e cercavano di fuggire. Questo è il mio limbo, la sensazione soffocante alla quale mi abbandono, affogando lentamente. Ho corde legate alle caviglie. Si perdono nell'oscurità dell'abisso, giungono a prima di nascere nuovamente. Potrei toglierele, ma sono l'unica cosa che voglio credere vera. Così affogo, lentamente, nel tempo di melassa che m'avvolge e mi deforma.  E sono bellissimo con gli occhi chiusi e le membra abbandonate, come un corpo che attende un'anima. Appena riuscirò a morire, rinascerò con dolore, ancora. E nascerò in questo sogno. Il cielo e le colline saranno vere e vive di vento e respiro. Le persone universi e vite. I luoghi meravigliosi e grandi. Ed io, sarò libero. Sarò a casa.

Wednesday, 3 March 2010

Saturday, 27 February 2010

Riflesso contrario

Alla fine diventò ciò che credeva lei fosse diventata. E le donò una sofferenza che credeva destinata a lui. Adesso piange e ride sull'ironia della vita, meravigliosa e tremenda, riscaldandosi le mani sporche del suo gesto al calore del sangue copioso di lei, in un silenzio che un tempo era scelta e adesso cala denso dalle pareti del cielo nella sua testa. E camminerà ancora, perché la vita non ha ancora terminato di vederlo camminare.

Friday, 26 February 2010

Come un sorriso che non si annuncia

Mi abbandono in una sinuosa sensazione di perdizione meravigliosa oltre il conosciuto, più spontanea e naturale di un pianto, meravigliosa mi riempie come un sorriso che non si annuncia.

Illusione d'errore

Quando credi di sapere quanto ti stai sbagliando, non sai quanto ti sbagli.

Wednesday, 17 February 2010

Calore

In onde di desiderio, in cerca di un rifugio, con la meraviglia dei bambini negli occhi, la sincerità della pelle, nell'ultimo saluto che cela un ritrovarsi nella somiglianza, un linguaggio antico al di là delle parole, l'odore che scivola copioso, libero s'eleva e si espande, creando un ricordo, risvegliandone infiniti, fondendosi nella magia di uno scambio continuo e reciproco, dove nessuno ruba calore, ma vive in quella temperatura identica che meraviglia al contatto e comunica in ogni movimento, al ritmo del respiro nel respiro.

Tuesday, 16 February 2010

Cicli

Fui fuoco, arsi d'energia in anima, m'illuminai d'ogni cosa e ogni cosa illuminai, per sfiorare l'universo e dimenticare, restituirmi al tutto e divenire.


Fui terra, roccia dura e monti e valli, e grandi terremoti, e argilla, erba e vita, nascita e morte, bocca e cibo, per essere e sentire, nascere e vivere.


Fui acqua, caddi piovendo e mi persi in ruscelli e fiumi, inseguendomi e ritrovandomi, giocando col cammino, assaggiando colori e forme, per conoscere e capire entrando profondamente in tutto, fino al ventre del mondo.


Fui aria, respiro del mondo nel respiro, libera e leggera sopra le illusioni, profonda in sangue e vita, materia flebile del divenire, invisibile in carezze sulla pelle, portatrice di sogni.


E sarò il ventre della terra e acqua sua vita, nascerò da aria in fuoco.


E sarò luce e suono, ricordi e sogni, frammento d'anima.

Monday, 15 February 2010

Come è

Tutto l'universo cospira affinché io sia me stesso. Tutto l'universo cospira affinché io non sbagli rispetto a me stesso. Tutto l'universo cospira affinché mi abbandoni ad esso senza abbandonare me stesso. Eppure un grande meraviglioso umano errore l'ho fatto. E sono ancora me.

Sunday, 14 February 2010

Nascendo

Nascere è doloroso. Appena finito, sarò pronto per partire.

Domande

Non cercate le risposte al di fuori di voi, cercatele dentro di voi. E quando le avrete trovate, lasciate che scorrano come sabbia nell'illusione del tempo. Perché le risposte sono caduche, cambiano con voi, evolvono con il vostro evolvere. Ciò che vi ricorda chi siete sono le domande. Esse sono persistenti, sono il motore delle vostre azioni, la direzione del vostro cammino.

Saturday, 13 February 2010

L'assassino

Temeva che volesse ucciderlo. Si rese conto di sbagliarsi mentre lo uccideva.

Thursday, 11 February 2010

Fuoco nell'acqua

Arda il fuoco, brucia in esso, liberati delle illusioni e della tua falsa pelle. Ama. Lascia che il fuoco si consumi nell'unione, lascia che mangi ogni involucro, lascia che mostri l'energia oltre il desiderio. Ridi e lascia che la pioggia rida piangendo su di te, sanando la tua pelle, lasciando che ricompaia più forte e vera. E piangi, adesso, rinato. Lascia che il fiume scorra nell'oceano, fluisci con esso in questo universo immenso. Oltre il tempo, ama l'oceano che ogni lacrima di pioggia avrà alimentato, immergiti in esso mentre esso impara la tua forma. Sii acqua nell'acqua, respiro nel respiro, anima abbracciata. E liberati del nome. Non chiamarlo più amore. Accogli la vita.

Piccolo solo

Piccolo solo, sorpreso, è uno scartato. A lui non è stato concesso di salire nella luce. Adesso è solo. Bloccato in un piccolo cono di penombra. Una luce flebile della quale ignora l'origine. Per terra, mattoni in rilevo, scuri, colore delle ombre. Intorno a lui, oscurità talmente densa da sembrare solida. E' questo il momento in cui vibra. Per pochi istanti si intravede l'immagine del se adulto, intermittente su quella di lui, piccolo. E' questo il momento in cui la mente si frantuma, la coscienza non sopporta l'evidente verità. E' solo, imprigionato da mura vuote ed impercorribili, in un istante eterno, indifeso. Sa che col passare del tempo la solitudine lo porterà a desiderare che qualcosa esca dall'oscurità. Qualcosa che ponga fine a quella situazione. Morte, magari. Almeno dolore reale e percepibile oltre questa litania infiammante che stringe la sua mente in monotona morsa perenne. Perderà il senso del tempo. Lo sa. E sa che non riuscirà a sperare realmente che qualcosa di piacevole possa spuntare da quell'oscurità. Per quanto per un istante possa essere di conforto l'idea che proprio quell'oscurità possa essere solo una facciata, che dietro le cose più spaventose a volte si nascondono le cose più belle, subito dopo un pensiero ancora più terribile ritorna a braccarlo. Il terrore che da quell'oscurità non esca nulla. Mai. La solitudine è dentro di lui. E' il mostro che lo mangerà da dentro. Ma la vita riserva sempre soprese. E' un bambino ed i bambini si meravigliano, riescono a vedere ciò che gli adulti non vedono. E' davvero un bambino? Non ricorda. Forse non è nemmeno vivo. Cos'era venuto a fare qui? Da dove? Un attimo di lucidità, si rende conto di star perdendo coscienza dei suoi ricordi. Forse accade perché erano fasulli. Forse tutto è illusione e se solo si muovesse nell'oscurità si sveglierebbe dall'incubo. Ma non ci crede realmente. Ha paura di spostarsi dal cono di penombra, anche se sa che prima o poi dovrà fare qualcosa, perché stare fermo non fa altro che alimentare la solitudine e la paura della stessa. Prova a muoversi. Un passo verso il limite del cono d'ombra. Un altro ancora. Un terzo ed è al limite. Pensa che se dovesse accadere qualcosa di terribile, per quanto lo terrorizzi, almeno cesserebbe un'agonia che potrebbe continuare chissà per quanto se non dovesse avere il coraggio di provare. Quattro. Sfuma nel buio. Cinque. Si volta. Il cono di penombra è appena percepibile. Sei. Com'è possibile che sia già così lontano? E' come se l'oscurità fosse nebbia uniforme. Sette. Ormai percepisce il cono di penombra solo sforzandosi e non è nemmeno così certo di vederlo. Otto. E' nel buio, non sa dove sta andando. Sente i mattoni in rilevo sotto i piedi. Non accade nulla. Nove. Vorrebbe ricordare come era arrivato. L'oscurità era lì da prima che arrivasse? Improbabile, come avrebbe fatto ad attraversarla fino al cono di penombra altrimenti? E' più probabile che si sia formata dopo. Era qui per la luce. Quando la luce se n'è andata, probabilmente l'oscurità si è formata intorno a lui. Non ricorda da dove proviene. Non ricorda nemmeno il suo nome. La paura che prova, sa di non averla provata mai prima d'ora. Dieci. Sa una cosa, però: l'idea che si era fatto dell'inferno, era veramente migliore di tutto questo.

Monday, 8 February 2010

Fiducia sincera

Mi fido maggiormente di una persona sincera rispetto ad una che dice sempre la verità.

Friday, 5 February 2010

Idea e azione

La differenza tra idea e azione è la stessa che c'è fra ciò che crediamo di conoscere e ciò che conosciamo.

Friday, 29 January 2010

Je ne cherche pas l'amour

Je ne cherche pas l'amour. Je le vis, sans l'appeler, chaque fois que il arrive à se reposer à côté de moi.




(Io non cerco l'amore. Lo vivo, senza chiamarlo, ogni qual volta viene a riposarsi accanto a me.)

Monday, 25 January 2010

La schiavitù del dolore

 


Colui il quale riduce in schiavitù il proprio dolore si illude di esserne schiavo, alimentandone la falsa natura.


Colui il quale rende libero il proprio dolore impara a conoscerlo, svelandone la vera natura.


Ognuno di noi è libero di scegliere di illudersi di odiare il proprio dolore.
Ognuno di noi è libero di scegliere di amare il proprio dolore.


 


 


 


Quanto più a fondo vi scava il dolore,
tanta più gioia potrete contenere.


Khalil Gibran - "Il Profeta"

Monday, 18 January 2010

L'anello del re

C'era una volta un re. Egli possedeva un anello, tramandatogli da suo padre, che conferiva a lui il diritto di essere re e lo identificava come tale presso i suoi sudditi. Un giorno il re si svegliò, si alzò dal letto e preparò ad iniziare le attività della giornata come suo solito. Il re, però, percepiva qualcosa di diverso, una sensazione inusuale rispetto all'abitudine di ogni mattina. Si guardò la mano e notò che l'anello non era più al suo dito. Il re sbiancò e fu preso da un senso di angoscia. Cominciò a ragionare. Era sicuro di aver avuto l'anello al dito quando era andato a dormire. Quello era l'ultimo momento in cui l'aveva visto. Nessuno poteva essere entrato nella sua stanza durante la notte, poiché, come ogni sera, l'aveva chiusa dall'interno, come misura di sicurezza alla quale era stato da tempo abituato. Pensò di chiamare aiuto, ma si rese subito conto del potenziale errore: se qualcuno avesse saputo che aveva perso l'anello, avrebbe potuto cercarlo per farlo suo. Questa era una questione che il re doveva risolvere da solo. Si mise quindi a cercare nella stanza. Guarò nel letto. Guardo sotto il letto. Guardò sui mobili e sotto di essi. Guardò negli angoli. Guardò addirittura sul davanzale della finestra. Camminava rapido e nervoso. Si fermava all'improvviso, come sperando di cogliere in fallo l'anello mancante. Trascorse un'ora. Il re cominciò a temere che non avrebbe trovato l'anello. Si sedette sul letto. Prese la testa tra le mani e cominciò a piangere copiosamente. Strizzava le palpebre, singhiozzando. Chissà cosa avrebbero pensato i suoi sudditi se lo avessero visto così. Temeva inoltre che a breve sarebbero venuti a cercarlo, non vedendolo arrivare. Era consapevole che presto la sparizione dell'anello non sarebbe rimasta a lungo un segreto. Cercò di smettere di piangere. Disse a se stesso che, almeno, voleva affrontare la tragedia con dignità. Si asciugò le lacrime. Aprì gli occhi e cercò di calmarsi. Proprio in quel momento notò un piccolo rigonfiamento nel risvolto dei pantaloni del suo abito da notte. Lo toccò con la mano. Non poteva crederci. Aveva trovato l'anello. Ed era sempre stato con lui, ovunque si spostasse. Per questo non riusciva a trovarlo. Si promise che da allora avrebbe fatto molta più attenzione e ringraziò l'anello, come se ringraziasse i suoi antenati, per avergli insegnato una lezione che gli sarebbe stata utile per essere un re migliore: se non riusciamo a trovare la risposta che cerchiamo, spesso accade perché la cerchiamo intorno a noi.

Sunday, 17 January 2010

I release my flesh into words

I release my flesh into words, letting steps appear everywhere in me, raining emotion into trickles of smiles like small fish gasping on the still wet sand, I let myself fall into the vault of the sky, from the bright embrace of the blue light up to the shining runes, and I was the air that possessed every street, the memory of a thousand pilgrims blown on their neck, visible only in the reflection of eyes that I chose before falling again, far away, in every direction, thought chased by feeling, mottled color in the world's iris, small, small, small, tiny enough to cover every possibility and have nothing to desire but what I had gently treaded on already. The scratch in the blood, hidden by the sound of the ceaseless convulsions of the heart, the rhythm of his grief for the scream choked by a thousand hands over his mouth with every beat, I am the thin black line which lies to my heat, sliding in each artery to steal a bit of fire, and never wants to learn to believe in order to still have hunger for a desire. I'm the simle on the fool's face while the world laughs at him, I am the eyelash in the lover's eye that sees his beloved arrive, I am the chill that steals a second from every kiss around him, I am a speck of soot in your breath, ready to be released only through words of love, I am the stain of mud on the petal of the most beautiful flower, I am the word that you didn't want to say, I am the trouble that glides on your skin when someone thinks of you, but not in the way you'd like, I'm the friend you'll never have, the hand of the traitor on your shoulder while you weep, I am the scratch on red lips of desire, I am the last moment of fear before pain, I am the chain that tightens as much as you pretend not to want its grip, I am the tears of a beggar among the indifferent gaze of the world, I am the left leg of a dead nightingale on your asphalt road, I am the blade of grass that breaks your stone with his perseverance, I am the insect in a drop of dew, only the dust of time on your tired hands, the creak without origin that steals serenity from your sleep, I am the simplest test you never pass, I am the most beautiful word nobody ever told you, I am at the whim of a madman, glass cutting your bare feet, the hysterical cry of a child, the last flake of snow on a sunny city, the dead leaf that you can not help but trample on, the fatigue of your breathing when you are too tired to live and too scared to sleep, I am the mistake that reveals the lie, the misunderstood accomplice look of the saints, the secret life in the rope of a hanging monk, the denied gesture of peace in a forgotten mass, the cripple's will to live, the last crust of daly bread, the dissonance in the chant of a prayer, the sentenced in a court of hypocrites, the stoned in the land of the just, the only unthrown stone on the already dead body, I am the eyes of a child escaped from his mother's arms, the final tear for the first cry, I disguise myself as the devil where the devil is feared, I disguise myself as an angel where god is feared, I am the smell of iron in the blood of someone you love, I am the reflection in the cat's eye, the dark alley where the poor devil runs away from decent people, the last drop of whiskey in your tired glass when you don't want to understand that she's gone, I am the fire in the veins waiting to ignite in the heart, I am the first convulsion of the last orgasm you remember, I am the last drop of sweat that falls on your lips before you open them, I am the memories that you've forgotten in the sea, the secret that you drained in the ocean, you have my stolen breath, I have the truth from which you escaped, I am the blade that teaches the fragility of your flesh, I am the unspeakable desire, I am the horizon behind you, you never see me while I look at you, I am all that I am, I am also a piece of you, I am the long fall from the state of grace, I am the whore's sincere pleasure, the thief's night, the fear of the killer, the horrific death of the rapist, I am the last blond hair in your childhood, the heart of the first fallen baby tooth, I am the smell of wine in your mouth, the taste of kisses on your skin, I am the color of your shadow, the question you forget, the answer you deny, I am the last moment before sleep, the first moment for dreaming, everything and nothing, the hug that you gave as a child to that little sweet baby girl who was crying, the secret you discovered by eating soil, the ebony golden branch that falls after your step, the sigh for your last waiver, the first drop of blood in a sacrifice, the point of no return for your desires, the sad look of a dog, a toothless smile on an old woman's face, the first wrinkle on the edge of your left eye, the wind caressing the tip of your fingers when you run crying, the first breath when you wake up and the last breath of your sleep, the sound of a piano in your thoughts as you play with memories, the loneliness of a lover, the first day you betrayed somebody, an unnoticed detail, the grain of a stone close to your steps, winter sun and summer rain, your laughter in a storm, the thin line of a received kindness, the floor that breathes when you fall to the ground exhausted from crying, the last word that never comes, I am a desire, I am you.

(testo originale: Sciolgo la mia carne in parole)

Wednesday, 13 January 2010

A testa all'ingiù

Così come accade per il fiume che sceglie di formarsi in curve e percorsi tortuosi invece di scendere dritto dalla montagna al mare, ogni curva della mia vita è l'occasione di un'esperienza e costituisce il vero traguardo del cammino.

Presto affronterò una nuova curva che mi porterà nella terra che parte del mio sangue sogna con nostalgia: il 20 Febbraio 2010 mi trasferirò a tempo indeterminato in Australia, nella città di Adelaide, dove ho trovato un lavoro come Ingengere del Software, il che dovrebbe permettermi di avere le basi materiali per poter vivere questa grande esperienza.

Partirò da solo. Eppure, in un certo qual modo, porterò molte persone con me, poiché quello che sono oggi è anche il risultato di tutte le persone che ho incontrato lungo il mio cammino.
A voi che ne fate parte va il mio sincero ringraziamento. Ognuno di voi, in un modo o nell'altro, mi ha arricchito. Porterò il vostro dono con me.

Spero di poter salutare di persona quante più persone possibili prima della mia partenza.
In ogni caso tornerò spesso in Italia, quindi questo è solo un arrivederci ed un grande, interminabile, grazie.

Monday, 4 January 2010

Sinuous

As the thought blossom blurs into a slightly sinuous sensation, I slowly slide into a splendid daydream.

Reincarnazione

Siamo tutti parte di un'unica anima con tutto e contemporaneamente frammenti di essa.